SM-CCSVI

L'Insufficienza Venosa Cronica Cerebro Spinale nella Sclerosi Multipla

Archivio Tag

“Venous Angioplasty in Patients with Multiple Sclerosis: Results of a Pilot Study”

Abstract dello studio “Venous Angioplasty in Patients with Multiple Sclerosis: Results of a Pilot Study”

E’ del 12 agosto 2011 la pubblicazione sull’European Journal of Vascular and Endovascular Surgery, autorevole rivista scientifica, di un nuovo studio firmato dai protagonisti della ricerca sulla CCSVI esponenti dell’Università di Ferrara (Centro Malattie Vascolari) e della Buffalo University (Buffalo Neuroimaging Analysis Center), ovvero P. Zamboni, R. Galeotti, B. Weinstock-Guttman, C. Kennedy, F. Salvi e R. Zivadinov. (altro…)

Parere su angioplastica nella CCSVI

PARERE DEL PROF. AVV. MARZO IN MERITO ALLA LICEITA’ DELLA PRESTAZIONE DI DILATAZIONE ANGIOPLASTICA PER FRONTEGGIARE LA INSUFFICIENZA VENOSA CRONICA CEREBRO-SPINALE IN RAPPORTO ALLA POSSIBILITA’ DI CURA DELLA SCLEROSI MULTIPLA, NONCHE’  RELATIVA ALLE STRUTTURE IN CUI LA PRESTAZIONE SIA EFFETTUABILE.

(altro…)

Studio clinico CCSVI Gruppo CIDIMU

Presso l’Istituto CIDIMU di Torino sono stati superati i 1.000 EcoColorDoppler per Insufficienza Venosa Cronica Cerebro-spinale (CCSVI). É stata raggiunta una notevole esperienza ed accuratezza diagnostica, confermata tra l’altro dai controlli flebografici eseguiti sui pazienti sottoposti ad angioplastica dal Gruppo CIDIMU o da Gruppi diversi.

(altro…)

Sclerosi, colpa delle vene ristrette? “La risposta entro un anno”

Articolo de “La Repubblica” del 19/10/2010 di Arnaldo D’Amico

Sessantamila gli italiani colpiti. Stanziati tre milioni di euro per finanziare le indagini. Al congresso europeo specialisti pro e contro l’ipotesi dell’italiano Zamboni sulla causa scatenante della malattia che ha acceso molte speranze tra i pazienti. La nuova teoria sarà valutata con sperimentazioni negli Usa e in Canada. E in Italia a partire da metà novembre

GOTEBORG –  Un sasso nello stagno. È l’espressione usata per la nuova cura del professor Paolo Zamboni al congresso del Comitato europeo per la ricerca e la terapia della sclerosi multipla (Ectrims 2010) della scorsa settimana a Goteborg, Svezia. In questa malattia (60 mila gli italiani colpiti, 2,5 milioni nel mondo), nonostante i decenni di ricerche, non si va oltre la ricostruzione del meccanismo di auto-aggressione al cervello che rende la vita un supplizio degno di un genio del male. La vittima, preferite ragazze e bambine, all’improvviso diventa quasi cieca o perde l’uso di una mano o cammina male o subisce tutto questo e altri danni neurologici insieme.

(altro…)

Sclerosi, anche il Piemonte sperimenta la “Zamboni”

La Stampa del 16 ottobre 2010Si prova la cura, ma è polemica: «Pochissimi i posti disponibili»

Marco Accossato

Anche il Piemonte sperimenterà – insieme all’Emilia Romagna – la terapia del professor Paolo Zamboni contro la sclerosi multipla. Lo annuncia l’assessore regionale alla Sanità, Caterina Ferrero, che nei giorni scorsi ha incontrato la presidente dell’Associazione «L’Abbraccio», uno dei movimenti portavoce di migliaia di pazienti che in tutt’Italia invocano da tempo l’avvio di «uno studio osteggiato – accusano – da molti neurologi che fanno appelli a una prudenza estrema e miope». (altro…)